A chi non è capitato almeno una volta nella vita di dover iniziare una frase con la lettera “è” in maiuscolo? C’è chi ricorre allo stratagemma di digitare una semplice E e aggiungerci accanto l’apostrofo: orrore!

Ma non temere… Oggi ti spieghiamo come uscire dal tunnel degli apostrofi usati come accenti.

I modi per farlo sono tanti (alcuni più comodi, altri estremamente macchinosi). Ti fidi di ENACLAB? 🙂 Bene, prosegui nella lettura e scoprili insieme a noi!

  • Il primo metodo prevede la conoscenza delle combinazioni che danno luogo alle cosiddette “scorciatoie da tastiera“. Esistono, infatti, dei codici numerici, che se digitati in combinazione con il tasto ALT (tenuto premuto), producono determinate lettere/caratteri. ALT + 212, ad esempio, serve per scrivere appunto la lettera “È”. ALT + 183, invece, è uguale ad “À”. Questa soluzione è relativamente comoda, a patto che si conoscano le combinazioni corrispondenti alla lettera che serve, mentre quasi sempre si finisce invece per cercarle su internet, perdendo il doppio del tempo.
  • C’è l’opzione “copia e incolla”: destinata a chi sta per cadere preda della disperazione, consiste nel ricercare all’interno di un testo il carattere “particolare” di cui si ha bisogno, evidenziarlo, copiarlo, incollarlo nel testo e voilà… il gioco è fatto. Anche qui si perde un po’ di tempo, soprattutto quando i caratteri particolari che servono sono parecchi e quindi bisogna continuare a cambiare lettere e ripetere l’operazione da capo.
  • Se si sta lavorando in un file Word si può sfruttare il metodo di inserimento dei simboli. Cliccando sulla voce “Inserisci”, nel menù in alto della pagina di Word, si apre una tab che in fondo a destra ha tra le opzioni anche i “simboli” (bisogna cercare il pulsante che raffigura una omega greca).

Qui sopra vediamo come si presenta una pagina Word vuota, con evidenziato il menù “Inserisci”. Qui sotto invece abbiamo evidenziato dove si trova la sezione “simboli”.

Basta pigiare quel bottone e si apre una finestra dalla quale è possibile scegliere un’infinità di simboli. Qui il tutto è abbastanza intuitivo e veloce… ma questo metodo resta limitato ai soli file Word.

  • Rimane poi la soluzione che ti suggerisce la Rubrica dei consigli utili di ENACLAB: stiamo parlando dell’unica e inimitabile MAPPA CARATTERI, lo strumento di cui non potrai più fare a meno!

Iniziamo col dire dove si trova questa utility. Per trovarla basta aprire il menù “start” e digitare nello spazio “cerca programmi e file” il nome “mappa caratteri” per vederla apparire automaticamente. Cliccandoci su si apre una finestra che ci mostra numerosi simboli alfanumerici e la possibilità di scegliere in quale font eseguirli.

Unica, inimitabile e insostituibile mappa caratteri!

Una volta trovato il carattere speciale che ci serve, bisogna selezionarlo con il mouse, cliccare sul pulsante “selezione” e successivamente su “copia”.

Basterà poi incollare quel carattere all’interno del testo che stiamo scrivendo per vedere apparire il simbolo selezionato. Il procedimento, in questo caso, è molto semplice e intuitivo e può trovare applicazione all’interno di ogni programma che preveda la possibilità di scrivere testi (non solo in Word). Inoltre in questo modo possiamo inserire anche caratteri appartenenti ad altre lingue (gli amanti del greco e delle lingue orientali apprezzeranno!). Insomma, d’ora in poi non dovrai più scervellarti per trovare il modo di cambiare quella frase che cominciava per “È”.

È ( 🙂 ) iniziata una nuova era in cui potrai dare libero sfogo alla fantasia!

Tra un carattere e l’altro, però, non dimenticarti di continuare a seguire la nostra rubrica di consigli utili… manca pochissimo alla prossima puntata!

Schio, 22/01/2018