Ti è mai capitato di aver bisogno di un’immagine accattivante?

I motivi possono essere i più svariati, ma siamo tutti d’accordo che qualunque sia il messaggio che vogliamo trasmettere, diventa molto più efficace se accompagnato da un’immagine! Lo dimostrano, molto banalmente, i manifesti affissi per strada. Sono studiati per attirare appositamente l’attenzione di chi guida, per questo motivo di solito vengono scelte immagini con colori sgargianti, che magari riproducono volti di persone, o che contengono scritte a caratteri cubitali.

Ma un’immagine può stabilire anche il successo (o la completa disfatta) di un post su facebook (lo sanno bene i nostri amici Social Media Manager, vero?) oppure di una pubblicità su Instagram, il social che proprio delle immagini ha fatto il suo principale vettore di comunicazione.

Detto questo e stabilito quindi che per essere efficaci e attirare l’attenzione nel mondo digital e non solo abbiamo bisogno di poter scegliere l’immagine “perfetta”, dove possiamo andare a parare?

Prima opzione: archivi fotografici a pagamento

Su internet ne esistono davvero una quantità industriale. Uno dei primi che appare sul motore di ricerca Google è Shutterstock, che mette a disposizione non solo immagini, ma anche video e tracce musicali.

Un altro sito particolarmente conosciuto è Adobe Stock, che nella propria Home Page accoglie gli utenti con questa scritta: “Trova la risorsa perfetta per il tuo prossimo progetto creativo”.


Adobe Stock home page

Naturalmente ci sono molti altri archivi di immagini digitali, ma tutti hanno un grande denominatore comune: per usufruire dei materiali messi a disposizione è necessario acquistarli. Di norma si può scegliere principalmente tra due tipologie di acquisto:

  • comprare la foto specifica che ci interessa
  • fare un abbonamento al sito che permette di scaricare tot foto al mese

Seconda opzione: Google Immagini

Oramai da qualche tempo anche il motore di ricerca Google dà la possibilità di sfruttare una galleria pressoché sterminata di immagini di ogni tipo. Basta andare nella sezione “Immagini” di Google, per digitare nella famosissima barra di ricerca la parola chiave che descrive ciò che stiamo cercando.

Inoltre, cliccando sul pulsante “strumenti”, che vediamo cerchiato nella foto qui sotto, possiamo filtrare ulteriormente la nostra ricerca selezionando la dimensione, il colore, il tipo di foto etc.

google immagini strumenti

Nella sezione “strumenti” è molto importante il pulsante “diritti di utilizzo”: esso ci permette infatti di vedere tra i risultati della nostra ricerca, a seconda della voce che spunteremo, soltanto le foto che possono essere utilizzate senza effettuare alcuna modifica oppure quelle che possono anche essere modificate, le foto per utilizzo commerciale e quelle che invece non possono essere utilizzate a fini pubblicitari.

Terza opzione: archivi fotografici gratuiti

Esistono poi numerosi siti che si comportano più o meno come Google immagini, ma, a differenza di questo, mettono a disposizione dell’utente che effettua la ricerca solo foto gratuite e modificabili! Questi archivi gratuiti sono il paradiso di chiunque si occupi di grafica, web o marketing, perché permettono di scegliere veramente tantissime immagini! Qui di seguito un breve elenco dei siti più famosi dove puoi trovare immagini gratuite:

Un nome che è tutto un programma, verrebbe da dire: il sito infatti è, in pratica, un motore di ricerca che riunisce nelle proprie pagine tutte quelle immagini che sono libere (free appunto). È possibile differenziare la ricerca anche in base alla tipologia di immagine che stiamo cercando: su Freepik infatti possiamo trovare foto, immagini vettoriali oppure PSD (le estensioni gratuite di photoshop).

home page freepik

Una volta individuata la foto che più ci aggrada, basta cliccarci sopra e, nella pagina che si apre, cliccare sul pulsante “free download”, per veder apparire dopo pochi secondo un piccolo pop-up che ci avvisa dell’avvenuto scaricamento della foto in questione. L’unica accortezza da seguire è ricordarsi di citare l’autore (Freepik ci guida in questa operazione cliccando sulla frase “Come citare l’autore” che appare nel pop-up).

In modo del tutto simile funziona anche Pixabay, che, rispetto a Freepik, dà anche la possibilità di scegliere Video.

Il sito contiene inoltre una sezione “Domande più frequenti” dove ogni utente può avere maggiori delucidazioni sulle condizioni di utilizzo delle immagini che trova su questo sito.

Terminiamo l’elenco di archivi fotografici gratuiti di questa puntata dei consigli utili targati ENACLAB con il sito Pexels.

È una delle “librerie” online più utilizzate, ha conquistato anche gli addetti alla comunicazione di ENACLAB per la bellezza delle foto che si possono trovare. La cosa interessante è che chiunque può contribuire ad arricchire questa libreria condividendo con gli altri utenti le proprie foto e mettendole a disposizione del web.

Le sottocategorie tramite cui sono suddivise tutte le immagini sono davvero tantissime, come puoi vedere qui sotto!

pexels sottocategorie

Ecco qui sopra alcune delle sottocategorie del sito Pexels.

Siamo sicuri che Pexels, come gli altri archivi fotografici, ti stupirà per le tantissime immagini che puoi trovare!


Questa puntata dei consigli ENACLAB sarà molto utile a tutti e in particolare a chi sceglierà di frequentare con noi i corsi di:

Per oggi concludiamo qui la nostra Rubrica dei Consigli di ENACLAB, ma non temere: mancano solo due settimane al prossimo appuntamento!

Schio (VI), 02/05/2018